MIlano

INVESTIRE NELL’OSPITALITA’ A MILANO, PER PASSIONE, IN TEMPI DI PANDEMIA.

LA VISIONE DI UN INNAMORATO DI MILANO
Milano. Una città talmente piena di attrattiva e fascino che non puoi non innamorartene. Come altre, forse, ma il cuore pulsante e dinamico dell’Italia non lascia indifferenti. Se poi ci nasci, allora l’attrazione è fatale.

Vorremmo raccontarvi una storia imprenditoriale che origina proprio nel capoluogo lombardo e che ha per protagonista una persona che ha creduto fermamente nella sua idea e l’ha portata avanti con grande perseveranza, traghettando il suo progetto (e ampliandolo) attraverso gli scorsi terribili due anni.

Milano
Alessandro Corona

Alessandro Corona, milanese, 40 anni appena compiuti, viene da una famiglia che ha sempre condotto un business estraneo all’ospitalità. Poi quando si è deciso di cessare l’attività di famiglia, specializzata nel commercio di pneumatici da tre generazioni, ha dato fondo al proprio amore per Milano, declinandolo nell’ospitalità, prima attività in cui ci si imbatte, per comprendere l’essenza di una città da parte di chi la visita.

«Nel 2019, prima che la pandemia deflagrasse in tutta la sua gravità, sono entrato in un progetto di ospitalità innovativa – spiega Alessandro – Un intero piano di camere e suite in un palazzo d’epoca proprio a ridosso di Galleria Vittorio Emanuele II. Un’idea di ospitalità smart, assolutamente lontana dall’affollamento delle parti comuni, improntata alla classe e alla razionalità degli arredi».

milano
Alessandro e Federica Corona

Galleria Altido, ma potete anche chiamarla solo Galleria, è gestita da Altido, società specializzata nell’hospitality con 1700 strutture in Europa; oggi è totalmente di proprietà di Alessandro e Federica Corona: un investimento coraggioso, voluto e ponderato con l’idea di svilupparlo con sinergie. E’ luogo ideale per accogliere business men e turisti che vogliano conoscere la città partendo proprio dal suo cuore, certamente una grande sfida ma anche l’opportunità di arricchire il mercato  con una formula innovativa: non è un hotel, non sono appartamenti ma il connubio, avanzato, tra i due concetti.
Inoltre offre servizi hi -tech, un particolare che ne eleva il livello.

«In tempi di distanziamento sociale con il self check l’ospite è al sicuro – spiega Corona. Perché  può accedere alla camera attraverso il proprio smartphone, in piena autonomia e indipendenza. Il sistema gestisce, oltre agli aspetti del check-in e del check-out, l’invio alla questura dei documenti degli ospiti e il pagamento dei servizi di upselling.

Inoltre nelle aree lounge abbiamo  due stazioni di powerbank sharing, dove è possibile usufruire di un dispositivo per ricaricare il cellulare così da essere sempre connessi dentro e fuori Galleria».

La struttura si compone di  un intero piano all’intero  di un palazzo dove vi sono le 10 camere e 2 suite, di ampiezza variabile, dai 27 ai 42 mq, arredate con cura , tra il classico e il moderno con colori cromatici eleganti, dal tortora al bronzo, al blu polvere.
Ogni stanza è connessa con wi-fi ad alta velocità, cassaforte, smart tv fino a 50’’; il frigo bar è incluso e ogni camera è dotata di una coffee station.
La reception è a disposizione degli ospiti dalle 10 alle 18.30 con servizio di assistenza notturna. Galleria serve la colazione continentale presso il noto “Savini”, proprio accanto all’ingresso del palazzo di Galleria, il locale nato nel 1867 simbolo di eleganza e salotto di importanti incontri della storia meneghina.

«Ora che il passo importante è fatto, stiamo lavorando a nostre iniziative, certamente feriti da due anni difficili per tutti ma con idee molto chiare – aggiunge Corona – Abbiamo investito per migliorare la struttura. Per noi questo momento è una grande sfida ma anche l’opportunità di proporre al mercato una formula innovativa che si trova nel cuore di Milano,  la capitale della moda, del design, del cibo, dell’architettura e dell’innovazione».

«Possiamo sembrare un po’ avventati – prosegue  Corona – ma credo che sia proprio nei momenti difficili che si debba investire per  essere pronti a cogliere ogni “rimbalzo”positivo».

«L’obiettivo di questo nuovo anno- prosegue Corona – è colloquiare con strutture che hanno caratteristiche simili e similari a Galleria. Strutture con l’anima “smart” , innovative  accoglienti, ben posizionate, vivibili».

«Ci siamo già mossi in questa direzione. Galleria ha stretto una partnership con Villa Frua meraviglioso esempio lacustre di location per eventi e “chambre d’hôtes” di alto livello a Stresa, sul Lago Maggiore, che consentirà agli ospiti di approfittare di un pacchetto dedicato. Il pacchetto offre il soggiorno nelle suite Galleria, un  transfer privato verso Stresa con soggiorno in una delle suite di Villa Frua, colazione inclusa, piscina e private spa a disposizione.

MIlano


«Un’altra nostra mission è quella di stringere partnership con aziende made in Italy, con una forte attenzione alla sostenibilità e che hanno una importante storia nel mercato in cui operano. Abbiamo iniziato a collaborare con Flou, ovvero, in tutte le stanze di Galleria gli ospiti trovano il “Menù Guanciali” di Flou, l’azienda leader nel design e nella cultura del riposo recentemente insignita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella col prestigioso premio Leonardo Qualità Italia.

Please follow and like us: