Maleducazione
Young hotel maid putting stack of fresh white bath towels on the bed sheet

MALEDUCAZIONE TURISTICA: I 10 PECCATI PIU’ COMUNI

La maleducazione legata al turismo, fra le varie che affliggono l’umanità, è una delle più “costose” per l’ambiente. Si proprio per l’ambiente, perché le scelte che si effettuano, i comportamenti che si tengono negli alberghi o nei luoghi di vacanza si ripercuotono in maniera pesante proprio sul nostro mondo.

Tra i tanti sprechi dei vacanzieri il gettare gli asciugamani sul pavimento per farli cambiare ogni giorno o riempirsi il piatto al buffet, per poi lasciare quasi tutto intonso, o appena sbocconcellato, sono solo due esempi di maleducazione, ma ve ne sono tanti altri.

Proprio nel bel mezzo delle polemiche legate ai cambiamenti climatici e sulle possibili misure di risparmio energetico che saremo costretti ad adottare il prossimo autunno, con Bruxelles che invita i cittadini a limitare l’aria condizionata a 25 gradi e il riscaldamento a 19 gradi e il governo italiano che ha già approvato una legge che rende obbligatorio non impostare la temperatura di raffreddamento al di sotto dei 27 gradi e la temperatura di riscaldamento al di sopra dei 19 gradi negli edifici pubblici e nelle scuole, capiamo sempre meglio che anche questi comportamenti incivili incidono.

Maleducazione

Dai risultati di un recente sondaggio, si è scoperto che molti turisti “ignorano” i migliori modelli di comportamento per aiutare a limitare il cambiamento climatico, non mettono in pratica le elementari regole per agevolare il risparmio energetico e persino l’esistenza della crisi alimentare. 

Se questo sia per mera ignoranza, il che sarebbe grave, o per convenienza, il che è ancora più grave, non è dato saperlo, ma il team di Jetcost, motore di ricerca dedicato a voli e hotel , ha scoperto grazie ad un sondaggio nell’ambito di uno studio sulle vacanze degli europei nell’estate del 2022, cui hanno partecipato 2.500 persone di età superiore ai 18 anni, alcune cose a dir poco irritanti.

Maleducazione
… tanto è a buffet!

Inizialmente è stato chiesto a tutti gli intervistati se avessero intenzione o avessero già soggiornato in un hotel quest’estate e, l’87% ha risposto di sì. È stato poi domandato loro se si comportassero in modo corretto in albergo o se facessero qualcosa di contrario alle regole: il 90% ha confessato di infrangere qualche regola dell’hotel e di non essere totalmente corretto.

Scavando nel dettaglio, è stato chiesto a tutti gli intervistati che hanno soggiornato in una struttura ricettiva, quali fossero i loro comportamenti non del tutto corretti e che avrebbero sicuramente potuto infastidire gli albergatori e il personale dell’hotel; da un elenco di risposte possibili è stato chiesto loro di scegliere le cinque che li riguardavano maggiormente.

Non vi arrabbiate e leggete i risultati legati alla maleducazione della quale, siamo certi, siete stati anche voi vittime.

Maleducazione
Aria condizionata, sempre a palla!!!

Riempire il piatto fino all’orlo al buffet e poi non mangiare tutto (81%).
Li avrete certamente visti…piatti pieni fino all’orlo come se non ci fosse un domani e avanzi a volontà. Soprattutto ai buffet e negli “all inclusive”…scena da film di Fantozzi in vacanza.

– Non spegnere l’aria condizionata della stanza per tutto il giorno (71%).
Questo denota un menefreghismo ed un egoismo unico. Uno spreco totale, ma soprattutto inutile.

– Prendere del cibo dal buffet da portarsi via, nonostante  sia vietato (65%).
Peccato veniale ma meno grave di altre nefandezze, perché comunque il cibo si consuma. Incide sulla struttura e non sull’ambiente.

– Gettare gli asciugamani sul pavimento per vederseli cambiare ogni giorno (58%).
Spreco di sapone, acqua, elettricità, inquinamento, come se a casa propria cambiassero gli asciugamani ogni giorno…e niente, fa già ridere così.

– Lasciare l’asciugamano sulla sdraio della piscina tutto il giorno (56%).
Altro peccato veniale. In fondo è una questione di maleducazione e pervicacia, e poca attenzione al prossimo, ma non danneggia il pianeta.

– Mettere i prodotti inutilizzati del vanity kit in valigia ogni giorno per farli rifornire (45%).
L’occasione fa l’uomo ladro, si dice, no? I campioncini per il calcetto, la palestra, il mobiletto in bagno…irrinunciabili.

Maleducazione
Tutti occupati?

– Fumare dalla finestra di una camera per non fumatori (40%).
Ancora una volta un gesto di cafonaggine estrema, ma veniale

– Fare una festa in camera con musica ad alto volume (38%).
Educazione latitante, soprattutto per quel che attiene il rispetto dei vicini.

– Tenere la carta igienica in un armadio per farsene mettere di più (26%).
Vedi il punto “vanity kit”

– Nuotare in piscina quando è chiusa (23%).
Semplice maleducazione

– Bere bottiglie dal minibar e riempirle con acqua o succo di frutta (18%).
Il tipico atteggiamento di chi è “più furbo”, cosa che ahimè contraddistingue l’italiano medio.

– Chiedere di sistemare la stanza nonostante aver lasciato il cartello “non disturbare” (17%).
Un po’ di rispetto per chi lavora non guasterebbe mai

Maleducazione

– Ospitare qualcun altro nella stanza (4%).
Vabbè, una piccola truffa non ha mai fatto male a nessuno…a parte le implicazioni legali.

– Inventare di essere in luna di miele per provare a ottenere una camera migliore o un regalo particolare (3%).
Italians…

Ecco qui e, come diceva uno più famoso di chi scrive, “chi è senza peccato, scagli la prima pietra” !

Please follow and like us: