No-Vax

NO-VAX o SI-VAX. LE RAGIONI. L’IRRAZIONALE.

NO-VAX e SI-VAX: una provocazione più che lecita.

Non è un nostro articolo. Lo abbiamo letto sul web. Ma lo ripubblichiamo integralmente perché vale la pena leggerlo fino in fondo. Per ribattere con logica e dialettica forense ai fanatici del vaccino, a chi grida all’untore, ai politici Draghi e Speranza in testa che non hanno nuovamente saputo fronteggiare la pandemia, alle pseudostarvirologhe Burioni e compagnia che invece di ricercare pontificano in TV. Vale la pena leggerlo perché il fanatismo è sempre un male, anche quando è a fin di bene. Vale la pena leggerlo perché la ragione non sta mai da una parte sola e perché di buone intenzioni sono lastricate le strade dell’inferno.

Sarebbe importante convincere gli obesi a dimagrire. Sarebbe un enorme vantaggio per la loro salute e per la collettività. Perché rappresentano un costo sociale enorme, e sono un modello negativo di stile di vita. 

Diabete, ipertensione, patologie metaboliche, endocrinopatie, problemi cardiovascolari, predisposizione a patologie oncologiche, patologie dell’apparato locomotore. Oltretutto sono predisposti a forme di COVID più grave. E chi paga la diagnostica? E i farmaci? 

Si, ma come facciamo a convincerli?

Potremmo incominciare dandogli un nomignolo. I NO-SEC. I negazionisti del colesterolo alto. Potremmo iniziare a dire quanto sono stupidi… Ma come fanno a non capire? È per il loro bene e non capiscono? Ma quanto magnano… io sono secco, vado in palestra e non le voglio pagare le loro visite dietologiche, diabetologiche e cardiologiche… si mettessero a dieta, maledetti NO-SEC.

Potremmo iniziare così, ad intervistarli in TV, mentre mangiano nei fast food, quintali di patate fritte traboccanti d’olio, facendo delle inquadrature sui loro sederoni enormi e sulle loro braccia grosse e flaccide. Potremmo mostrare le loro analisi col colesterolo e la glicemia alle stelle, e mostrarli in terapia intensiva con un ictus o un infarto, mentre implorano perdono, per non essersi messi a dieta in tempo. 

Fa male vero, leggerlo? Mi sto sentendo male anche io a scriverlo, ve lo assicuro, ma andiamo avanti, arriviamo dove vi voglio portare.

A questo punto l’opinione pubblica sarebbe così convinta che i grassi sono un problema sociale, un costo enorme per tutti, che proporre di togliergli il lavoro finché non dimagriscono potrebbe sembrare un’ottima idea. E poi vietargli di salire sugli autobus, perché occupano oltretutto troppo spazio. E proibirgli di mangiare nelle pasticcerie, nei ristoranti, nei bar, che hanno mangiato già abbastanza. E limitargli la possibilità di fare spesa, vietargli i cibi più calorici. Perché poi chi la paga la riabilitazione nelle strutture convenzionate dopo che hanno avuto un infarto per tutto il colesterolo che hanno in circolo?

Potrebbe essere un buon modo per convincerli?

Obiezione Vostro Onore, gli obesi non sono contagiosi e non sono un pericolo per gli altri. 

Vero. E i vaccinati invece? Sono contagiosi o no? Sono un pericolo per gli altri?

Il non vaccinato costituisce un pericolo per sé stesso. E un costo sociale potenzialmente maggiore, qualora dovesse finire in terapia intensiva. Come un obeso: un pericolo per sé stesso, ed un costo sociale maggiore. Ma riguardo alla possibilità di contagiare, anche i vaccinati contagiano.

Quindi possiamo assimilare un obeso che va convinto a dimagrire per tutelare se stesso e per ridurre il costo sociale, ed un NOVAX che va convinto a vaccinarsi per tutelare se stesso e per ridurre il costo sociale.

Obiezione respinta. Brutto vero? Basta sostituire il soggetto e fa immediatamente accapponare la pelle. Se metti NOVAX invece, si arriva a desiderarne la morte. Su un obeso, giustamente no, tornate umani e vi sembra inaccettabile.

E comunque, se ti appelli al fatto che un obeso non sia pericoloso per la collettività, proviamo con un fumatore o un tossicodipendente? 

Non sposare un fumatore, non solo gli puzza l’alito, potrebbe ucciderti col fumo passivo. Non frequentate le case dei SI-SMOOKE, e a Natale non li invitate nelle vostre: il fumo passivo uccide. Io non ho mai fumato una sola sigaretta: non le voglio pagare le tac dei fumatori, le visite e le cure per le broncopneumopatie croniche, le chemio per i loro tumori ai polmoni. Si paghino le cure da soli. Guardate questo malato terminale come soffre: sta morendo di cancro ai polmoni, ha metastasi ovunque, se tornasse indietro, non fumerebbe più. E tutti a ridere: guardate che coglione, ahahahah, poteva non fumare, guarda adesso come sta….

Fa male vero? Vi da fastidio quello che scrivo? Beh, è esattamente quello che voglio, farvi sentire male… Sarebbe ora.

Leggete, leggete ancora….

Ed i tossicodipendenti? Quanto sono pericolosi per la società e quanto ci costano? Io sono bravo, non mi sono mai drogato, perché dovrei pagare i centri di assistenza, le terapie ed i farmaci di un tossico, che non è stato bravo come me? Che poi se guida sotto effetto di stupefacenti potrebbe anche uccidere qualcuno… Maledetti SI-DROG, ma come fanno a non capire che è per il loro bene? Ah sì, scegli di drogarti? Allora pagati le cure. Che sinceramente se muori, ci fai pure un favore. 

Brutto vero? E invece contro chi ha paura di vaccinarsi possiamo permetterci di tutto? Togliergli il lavoro, deriderli, discriminarli continuamente e pubblicamente, accusarli di ogni colpa? 

Se sono stati accusati di essere una minoranza di ignoranti incapaci di comprendere la gravità della pandemia e l’importanza della vaccinazione, è questo il modo giusto di aiutarli ed eventualmente convincerli, per il loro bene e quello della collettività? 

Dicendo che bisogna sputargli nei piatti? Facendoli chiamare sorci chiusi in casa da un medico in TV? 

Riuscite ad immaginare un dentista che prende per il culo un suo paziente che ha paura del trapano? Un ortopedico che ride in faccia al paziente che ha paura di un’infiltrazione? Io che insulto un paziente obeso perché il sovrappeso gli ha causato un’ernia? Potevi pensarci prima, ciccione, potevi mangiare di meno…

Terribile vero? E perché se lo fanno adesso Bassetti e Burioni contro i Novax  in TV non dite nulla? Cosa cambia?

Cambia qualcosa. Cambia che vi hanno fatto il lavaggio del cervello. Cambia che siete assuefatti e state normalizzando la violenza. Cambia che se non vi dicono che si chiama violenza, non la riconoscete come tale.

Se è vero che il vaccino avrebbe potuto proteggere e salvare i NOVAX da morte e terapia intensiva, allora è altrettanto vero che questa campagna di odio, discriminazioni e violenze inaudite perpetrate nei loro confronti, hanno contribuito ad alimentare in loro paura, sfiducia e distanza.

E individuo chiaramente in questo, l’ennesima colpa di una massa di scellerati che stanno al governo, di una massa di scellerati che ancora chiamate medici o scienziati, di una massa di scellerati che scrivono sui giornali e conducono trasmissioni televisive, di una massa di scellerati che quotidianamente hanno deriso ed emarginato amici e parenti non vaccinati. 

Quando mai un medico convince il suo paziente titubante o impaurito o scettico ad assumere una terapia o un intervento chirurgico utile alla sua salute prendendolo per il culo? Facendogli i dispetti? C’è un esame in cui ti insegnano come insultare un paziente impaurito o come estorcere un consenso informato mentre tu sei protetto da scudo penale?

Impedire ad un NOVAX di prendere un caffè al bar , è il modo giusto per convincerlo a vaccinarsi? Da quando in qua la Scienza ha bisogno di fare i dispetti per essere convincente. Impedire ad un NOVAX di lavorare, è il modo più efficace per convincerlo a vaccinarsi? Da quando in qua la medicina ha bisogno di estorsioni per essere convincente?

Ma soprattutto… Invece di deriderli e discriminarli, vi siete mai chiesti perché un NOVAX non vuole vaccinarsi? O vi siete accontentati della versione televisiva? E, qualsiasi siano le motivazioni, chi ha il diritto di esprimere in merito un giudizio morale? 

Voi? I giornalisti? I politici? I medici? 

Paura, sfiducia, perplessità… sono legittime? In un contesto simile? 

E ammesso che siano infondate, gli si ride in faccia? 

E se si trattasse di sanitari che hanno visto effetti avversi gravi sui loro pazienti con i loro occhi? E se si trattasse di persone che hanno perso familiari o amici col vaccino? Queste persone sarebbero autorizzate ad avere paura? 

Nel mucchio ci sono anche loro. E li abbiamo ridotti a scarti sociali.

Quanta violenza ci vedete in tutto questo? Io non ne avevo mai vista tanta.

Stiamo calpestando emozioni ed esseri umani. Gratuitamente. 

Nell’indifferenza totale. 

A meno che….

A meno che….

L’obiettivo non fosse affatto quello di convincerli e proteggerli.

Perché questa non sembra affatto una strategia per convincerli e proteggerli.

Piuttosto sembra una strategia per creare un capro espiatorio da odiare, su cui convogliare le frustrazioni di una massa esasperata e frustrata che trasuda pericolosamente veleno. Che trasuda pericolosamente veleno. 

Sei indignato per quello che ho scritto? 

Perfetto.

Era ora.

È esattamente quello che volevo.

(dal web)

Please follow and like us: