Seychelles

SEYCHELLES: UN RINNOVATO DESIDERIO DI SCOPRIRLE

Le isole del paradiso, le Seychelles, arcipelago dell’Oceano Indiano famoso per la prorompente bellezza della natura, sia affacciata sul mare che nell’entroterra, restano protagoniste dei sogni dei viaggiatori.

Lo ha dimostrato il gradimento registrato alla recente manifestazione, TTG, a Rimini, la più importante manifestazione fieristica per il mercato turistico italiano, dove si presentano e si imparano a conoscere tutte le tendenze di viaggio più “cool”.

Seychelles
Bernadette Villemin

Da Seychelles è arrivata Bernadette Willemin direttore generale marketing di Tourism Seychelles, l’ente di promozione turistica a testimoniare l’importanza del nostro mercato per le isole:
«C’è voglia di viaggiare, c’è voglia di Seychelles! Questo abbiamo riscontrato, assieme ad un forte ottimismo e un grande entusiasmo negli operatori del turismo e dell’ospitalità con cui ci siamo confrontati in questi giorni. Sono queste le persone che propongono viaggi, vacanze e sogni ai turisti italiani, e secondo loro, si prevede un forte incremento delle prenotazioni in vista del semestre e della stagione delle vacanze invernali che sono il periodo tradizionale, in Europa, per la programmazione dei viaggi a lungo raggio. C’è un grande desiderio di riprendere a vedere il mondo, e da parte nostra nuovi progetti per rilanciare la destinazione che è da sempre tra le più ambite dai turisti italiani».

Sono comunque diversi gli elementi che indicano la netta ripresa del viaggio verso le Isole, e l’Italia è tornato ad essere uno dei mercati di riferimento per il turismo nell’arcipelago dell’Oceano Indiano.

«Abbiamo raggiunto in questi giorni il numero di 241mila presenze da inizio anno, più del doppio degli arrivi del 2021 nello stesso periodo (106mila 826)  e si prevede di raggiungere l’obiettivo dei 300.000 visitatori già a fine ottobre con due mesi di anticipo sul ruolino di marcia – spiega Danielle di Gianvito, rappresentate dell’Ente seychellese in ItaliaLe strategie adottate da Ministero del Turismo nel periodo post pandemia hanno portato ad un costante aumento del numero di arrivi dai principali mercati di riferimento, tra cui Francia, Germania, Russia, Regno Unito & Irlanda e Italia».

Le Seychelles stanno investendo molto sul turismo senza perdere mai di vista il costante impegno verso la sostenibilità e la conservazione dell’ambiente che è da sempre un elemento fondamentale per la destinazione e questo focus sta chiaramente ripagando il Paese per il quale il turismo è il principale pilastro economico.

Non si punta più solo a promuovere la destinazione come meta per le vacanze di mare, ma soprattutto come destinazione culturale per far avvicinare il visitatore alla popolazione locale che tanto ha da trasmettere in termini di storia e tradizioni.
Insomma il viaggio inteso come esperienza unica ed indimenticabile, avvicinandosi sempre più a quello che l’immaginario e l’evoluzione della specie, suggeriscono.

Seychelles
Anse Takamaka

Le Seychelles da sempre offrono ai visitatori mille attrazioni per ogni esigenza: relax, spa e wellness, vacanze balneari e in famiglia, avventura, lune di miele, cultura e sport. Sono quindi diverse le motivazioni per guardare con grande ottimismo al futuro e in particolare al 2023.

L’aeroporto compie mezzo secolo
In questo momento di ripresa, non si può non festeggiare il mezzo secolo dell’aeroporto civile di Mahè che fu ufficialmente inaugurato da Sua Altezza la Regina Elisabetta II, il 20 marzo 1972.
Da allora, l’aeroporto è stato un punto di riferimento e un’infrastruttura vitale per il piccolo Paese, contribuendo in maniera importante allo sviluppo socio-economico delle Seychelles. Il progetto fu completato nel 1971, con la bonifica dell’area di Pointe Larue, dove oggi si trova l’aeroporto.

Seycheles
L’aeroporto di Mahè


Al momento dell’apertura ufficiale, la pista dell’aeroporto era lunga solo 2987 metri, con una torre di controllo, e tutte le operazioni di assistenza a terra erano svolte da un’unica persona. Il primo aereo commerciale ad atterrare fu un volo della Boac, British Overseas Airways Corporation, Super VC10 il 4 luglio 1971, data storica dell’apertura di Seychelles ad un maggiore traffico turistico. 
CI fu anche l’atterraggio di un Concorde, l’11 giugno 1990, che trasportava il Presidente francese, François Mitterand

Il continuo aumento del traffico passeggeri ha portato all’espansione infrastrutturale dell’aeroporto nel 2016, mentre nel 2019 è stato ristrutturato il terminal degli arrivi internazionali. Oggi la comunità aeroportuale impiega oltre 2mila addetti e prima della pandemia l’aeroporto accoglieva oltre 1200 passeggeri al giorno. E’ hub della compagnia di bandiera, Air Seychelles.

Please follow and like us: